Post per paese: Repubblica Dominicana

Precisamente a: un'isola che si vive bene
Perchè voglio scappare: xche sono stanco di stare a guardare qoesto schifo che l'italia ci sta offrendo..... e lavorare 14 ore al giorno x avere solo debiti e niente altro, penso che non conviene piu' stare in italia. L'unico freno e che sono separato ed ho due splendide figlie che non voglio perdere....
Spero di trovare: sono una persona che se la cava con parecchie cose so fare vari lavori .... momentaneamente lavoro in una gastronomia. Ma so fare parecchie cose come elettricista,cuoco sono due lavori che me la cavo molto bene mi arrangio su tutto...

Precisamente a: Sosùa
Perchè sono scappato: Per verificare se vi erano le condizioni per "svernare" in quei luoghi visto che sembra essere il Paradiso terrestre....
Cosa ho trovato: VACANZE A SOSUA – Repubblica Dominicana (22-2 / 08-03-2010) (Scopo del viaggio: verificare se esistono le condizioni per potervi svernare) Viaggiatori: Enrico e Gilda di Pisa (Toscana) - anni 61 e 59 Milano Malpensa - Ore 14,25 del 22 febbraio. Ci siamo posizionati sull'aereo, appena dietro all'ala destra, io vicino all'oblò, mia moglie Gilda accanto a me. La predisposizione delle file è: 2-4-2, la compagnia aerea è la Livingston. Siamo in ritardo. Finalmente, dopo un'incomprensibile ora d'attesa (chissà perché sugli aerei nessuno ti informa mai sul motivo del ritardo... anche se servirebbe a poco visto che potrebbero "inventarsi" cose più disparate), si decolla. Tutto per il meglio. Accelerazione e stacco perfetti. Ci attendono circa 10 ore di viaggio. Sul nostro volo, in classe business, c’è Raoul Bova con una sua équipe. Atterriamo all’aeroporto “La Romana” e, allo sbarco, vediamo un altro personaggio dello spettacolo: Edoardo Bennato. Il tempo impiegato per uscire dalla stazione aeroportuale (se così può definirsi) è piuttosto lungo a causa della poco efficiente organizzazione. E qui, prima fregatura: al cambio ci viene detto che la tassa di sbarco si paga esclusivamente in dollari salvo poi, 5 metri più avanti, dove si trova l’incaricato alla riscossione, leggere un cartello dove c’è scritto: “pagamento 10 euro o 10 dollari”! … Quindi, il consiglio che posso dare è quello di non cambiare in aeroporto molto denaro ma solo pochi euro, ne riterrei sufficienti 50, una parte in dollari, una ventina, e l’altra in pesos (l’euro è valutato più del dollaro, il cambio al momento era circa 48,50 pesos per 1 euro a fronte dei 36,40 per 1 dollaro). NON VIAGGIATE IN AUTO DI NOTTE – Mi erano stati dati consigli in proposito, ed anche leggendo qua e là dei réportage di chi aveva avuto precedenti esperienze, l’invito che veniva rivolto al lettore era quello di non avventurarsi in viaggi notturni in auto! Comunque, pur avendo un’età matura, ma persistendo in me ancora una buona dose di “fanciullesca incoscienza”, all’aeroporto saliamo sull’auto noleggiata via internet prima della partenza, direzione Sosùa (ore di viaggio previste, circa 7). Devo dire subito che le strade percorse non le ho trovate poi così disastrate come mi erano state descritte. Ho riscontrato invece la carenza di segnalazioni stradali e, stessa cosa, vale per l’illuminazione. Incontriamo anche alcune interruzioni o deviazioni per cantieri, queste però sono indicate ma non con segnali lumosi che, in piena notte, sarebbero indispensabili. Altro pericolo, visto i mezzi con cui i dominicani, e non solo, utilizzano per spostarsi (auto, moto, furgoni, camion, pulmini ecc., veri e propri rottami) può presentarsi, appunto, a causa di questi: molti non hanno i fanali posteriori funzionanti, i catarifrangenti; i fari, per chi ce l’ha, tenuti costantemente alti, le frecce di direzione i più non le usano affatto, e così dicendo. Ed ancora, si potrebbero trovare macchie d’olio sulla sede stradale o qualche animale intento ad attraversare la carreggiata (non a caso si vedono numerosi mezzi con solidi “paravacche”). In Repubblica Dominicana la guida è a destra ma lì, non si sa quale sia la corsia di marcia dal momento che si viaggia indifferentemente a destra, sinistra o al centro… Si sorpassa quindi sulla sinistra o sulla destra, a seconda dove si trovi il mezzo che ci precede! Dimenticavo: da tenere in forte considerazione che un’altissima percentuale degli automobilisti guida senza patente e senza assicurazione… Quindi, in caso di malaugurato incidente, le conseguenze per chi subirebbe tale evento, sono facilmente immaginabili! Lungo il nostro viaggio, poco dopo la capitale Santo Domingo, veniamo fermati una prima volta da una pattuglia di polizia che, dopo averci salutato cordialmente, preso atto che non conosciamo la lingua e che siamo turisti, ci lasciano andare . Ma al momento di riprendere la marcia, l’auto (verificare con cura lo stato del mezzo prima di partire), non dà più alcun segno di vita. I poliziotti ci fanno cenno di aprire il cofano del vano motore e, una volta accertato qual è l’inghippo, uno di loro, raccolta una pietra a terra, la batte violentemente sui poli della batteria e l’auto si rimette in moto. A quel punto ci chiedono una “mancia”… Rimango perplesso, ma comunque, gli lascio pochi pesos e ripartiamo. Dopo alcuni chilomentri, come se i primi poliziotti avessero avvertito i colleghi più avanti, veniamo fermati di nuovo. Stessa scena: cordiale saluto e richiesta di denaro! A questi ultimi però faccio capire di non tenerne e che in precedenza ne avevo elargiti ai loro colleghi. Non fanno obiezione e ci lasciano andare tranquillamente. Un consiglio: non date soldi a chicchessia!!! Non vi diranno o faranno niente! Per loro è una forma, seppur deprecabile e condannabile, di integrazione al misero stipendio (mi dicono circa 200 euro al mese); ma se rifiutate di acconsentire alle loro richieste, non rischiate assolutamente niente! Fate però molta attenzione perché di notte, e solo di notte, falsi poliziotti si appostano lungo le strade con l’intento di fermare chi vi si trova a transitare. Anche noi abbiamo incontrato uno di questi che, con una piccola torcia in una mano ed un gran bel fucile a pompa nell’altra, ci faceva segno di accostare. Non vedendo l’auto con i loghi della Polizia (ma so che alcuni mettono false scritte), prima rallento e poi accelero e mi allontano. Non so dirvi lo scopo delle azioni di questi “personaggi”, ma credo non sia difficile immaginarlo. Finalmente, stanchissimi, arriviamo in hotel verso le 4,30 del mattino. Nel pomeriggio seguente, ancora frastornati per il lungo viaggio aereo e quello in auto, facciamo una breve passeggiata lungo la strada principale di Sosùa per recarci alla spiaggia. L’impatto è dei più crudi: sporcizia ovunque, traffico indisciplinato, musica ad altissimo volume che proviene da ogni parte (case, negozi, bar, auto); strade dissestate e piene di buche, molte di queste ancora in terra battuta, marciapiedi incompleti, pali della luce e cavi elettrici penzoloni, animali da cortile, mucche e cani, molti cani lungo il nostro percorso; questi ultimi però, che li troviamo anche sulla spiaggia, evidentemente abituati alla gente, non danno alcun fastidio ai passanti. Prima di raggiungere la playa, veniamo letteralmente assaliti da ogni sorta di personaggi, si accorgono che siamo i “nuovi turisti” e quindi ci chiedono se vogliamo cambiare il denaro o se ci interessa visitare strutture alberghiere; chi ci invita ad usufruire, come mezzo di trasporto, la loro motoretta (queste, devo dire, sono molto utili per brevi spostamenti; con appena 25 pesos di giorno e 50 di notte ci trasportano - sulla sella saliamo anche in due o tre - in ogni luogo della città). Lungo tutta la spiaggia, una lussureggiante vegetazione tiene al riparo dal sole pittoresche e colorate “baracche” dove, oltre ai più svariati locali di ristoro, vengono esposti i classici prodotti-ricordo del luogo (… i made in China la fanno da padrone anche lì)! Non si può però fare a meno di notare la carente pulizia e la totale assenza di qualsivoglia norma in materia di igiene all’interno dei locali. Lungo la spiaggia vi sono diversi “gestori” dell’arenile dove vi vengono offerte sdraio e ombrelloni. Contrattate sempre il prezzo (per due sdraio si pagano 100 pesos al giorno, appena poco più di due euro). Non vi aspettate di distendervi sulle sdraio che troviamo nelle nostre spiagge… Vi accorgerete subito quanto siano tenute male, sporche, malmesse, riparate in maniera approssimativa. Pensate che un giorno, fra una sdraio e l’altra, come posa-oggetti ci hanno messo una cassa di plastica, di quelle che si utilizzano per il trasporto dell’acqua minerale. Il panorama non è male, ci troviamo in mezzo ad una baia dove il mare difficilmente è agitato, la sabbia è di color nocciola chiaro e la calma, se si eccettua il costante tambureggiare musicale, è pressoché assoluta. L’acqua, limpida, non mi vede però particolarmente entusiasta perché quella di alcune nostre coste od isole italiane, ritengo non abbia niente da invidiare a quella del posto. TURISMO SESSUALE – Basta pochissimo per accorgersi che i locali, numerosi lungo la strada principale, la via Clisante, sono frequentati da uomini di tutte le età. Non è quindi difficile che le ragazze vi si offrano con fare magliardo, con sguardi provocanti e con frasi dal contenuto chiaramente sessuale. Chi si reca a Sosùa e desidera trascorrere qualche giorno di vacanza con in più il piacere di una compagnia femminile, non ha assolutamente alcun problema. Le ragazze, “s”vestite di abiti coloratissimi ed attillatissimi fanno un gran bel colpo su qualsiasi maschio!!! Personalmente, pur apprezzando in maniera esponenziale l’altro sesso, mi ha disgustato un po’ vedere uomini di 70 anni e forse più, abbracciati e accompagnati da ragazzine giovanissime. Oh, intendiamoci, i frequentatori, maschi, mica sono tutti anzianotti, ci sono anche giovani; ma per la maggior parte ho visto persone piuttosto mature. TUTTO IL RESTO… E’ NOIA - … Cita una canzone di Franco Califano… C’è da considerare che al di fuori del mare e dei punti d’incontro, se si esclude il puro divertimento, in particolare quello sessuale, credo che rimanendo lì per molto tempo ci si potrebbe annoiare a morte. Si può andare un giorno alla vicina Cabarete, un giorno a Puerto Plata; si può visitare un magnifico centro polivalente (alberghi, golf, tennis, piscine, negozi ecc. ecc.) alla Playa Dorada, ma poi? Non è che si può andare a fare una scampagnata, a visitare quel luogo o quei monumenti… Lì non si trova altro! Pensate che a Puerto Plata, città di circa 140.000 abitanti, non si trova neppure uno stadio o un teatro. Insomma, se chi, come noi, è alla ricerca di un luogo dove poter “svernare” cercando una sistemazione in affitto o addirittura comprare una casa, credo proprio non sia il luogo adatto!!! Tranquillità, mare, sole, spiaggia sono ingredienti che potrebbero andar bene per un periodo di 20-30 giorni per non trovarsi poi, come succede a molti, seduti ad un bar fumando e bevendo, tanto per ingannare la noia!!! COMPRARE CASA – Il nostro viaggio a Sosùa aveva lo scopo di scoprire gli usi e i costumi della gente del posto, visionare luoghi e abitazioni che ci vengono offerte dai più disparati personaggi che troviamo navigando in internet, per poi tracciare un percorso che ci avrebbe dovuto consegnare un quadro importante ai fini di una nostra eventuale decisione. Bene, credo che il fattore abitazione non sia un problema; ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le tasche. Vi sono moltissime agenzie immobiliari gestite da dominicani, canadesi, americani, italiani, tedeschi, russi, insomma, chiunque sembra in qualche maniera collegato ad agenzie immobiliari. Sicuramente, qualora qualcuno avesse intenzione di investire, credo sarebbe più opportuno farlo all’interno di una residenza protetta 24 ore su 24. Infatti, all’esterno di queste, la gente sembra vivere in una sorta di gabbie. Praticamente tutte le abitazioni, piani bassi ed alti, sono circondate da sbarre e fili spinati. Chiedo spiegazioni del perché di tutto questo: ma è fin troppo banale: “sicurezza”!!! Una cosa: attenzione agli pseudo-agenti immobiliari, in particolar modo quelli che trovate sparsi sulle pagine dei più svariati siti e che vi offrono aiuti disinteressati. Questi, sembra che giochino molto sul tempo. In pratica, avrebbero fretta nel vendere. Se percepiscono invece che il potenziale cliente, così come è accaduto a noi, ha bisogno di tempo, magari di tornarvi una seconda volta per poter avere una miglior panoramica di tutto, si defilano e non li vedete o sentite più. Poi, signori, se non conoscete bene la lingua per poter interloquire con il vostro agente o personale qualificato del comune, non azzardatevi a fare operazioni del genere. SANITA’ – La sanità pubblica è molto carente così come l’giene. Meglio sarebbe acquistare una polizza assicurativa che per circa 20 euro mensili vi garantirebbe prestazioni in strutture private all’avanguardia. SCUOLA – Così come la sanità, anche la scuola pubblica non dà un servizio adeguato. Chi ha possibilità si rivolge alle scuole private. E ce ne sono anche di buona qualità. DOVE E COSA MANGIARE – Per quanto riguarda l’approvvigionamento dei viveri non c’è assolutamente alcun problema. Si trova di tutto, prodotti locali e non! In Sosùa ci sono 3 o 4 supermarket dei quali uno piuttosto grande, pulito e ben organizzato. Se volete potete mangiare nei più svariati luoghi, ristoranti e pizzerie. In media, per un buon pranzo, si possono spendere all’incirca 12 euro a persona. C’è anche un ottimo self-service che opera però solo a pranzo. Troverete molte botteghe dove vi servono il vitto da poter asportare o, se volete, da consumare in loco; per due persone non si va oltre i 5-600 euro. Potete provare anche il pollo (i dominicani sembrano amare molto questo piatto perché lo si trova in tutte le portate); buonissimo e saporito quello cotto, alla brace, lungo le strade. Ps.: se avete bisogno di qualche chiarimento in più, non descritto sopra, scrivetemi pure al mio indirizzo e-mail: bendonie@tiscali.it

Precisamente a: Non Importa
Perchè voglio scappare: Arcistufo del sistema Italia, false promesse, nessuna possibilità di realizzazione personale.
Spero di trovare: Un lavoro nel settore turistico, parlo spagnolo italiano e inglese,si accettano consigli, si a società. Si richiede massima serietà, astenersi perditempo.

Precisamente a: Santo Domingo
Perchè sono scappato: Per iniziare un attività impossibile da Progettare e realizzare in Italia.
Cosa ho trovato: La possibilità di aprire un Franchising di Pizzerie italiane con basso investimento e la produzione di basi pizza da distribuire. In questo Paese mi è stato possibile realizzare il Progetto della mia vita.

Precisamente a: Dove si presenta una seria opportunità di lavoro ed investi
Perchè voglio scappare: Perché scappo, semplice, sono stanco e stufo, della situazione Italiana, politica e lavorativa, sono un'imprenditore, ma siamo strozzati dalle tasse e dalla burocrazia, per poi vedere i nostri cari politici spassarsela in locali e squillo di lusso in località da sogno con i nostri soldi.... È non vado oltre!!!!
Spero di trovare: Seri investimenti, magari nella ristorazione, ma valutò qualunque cosa mi faccia vivere con dignità ed onestamente.

Precisamente a: nagua
Perchè voglio scappare: italiano svendo hotel in nagua prezzo affare o cerco socio urgentissimo causa trasferimento hotel situato in posto buono vicino al mare lasciare messaggio oppure email
Spero di trovare: opportunita di vendita hotel sono italiano cerco socio che puo gestire qui in rep dominicana vendo per problemi personali

Perchè voglio scappare: Perchè non riconosco più il mio paesae come MIO.... L'Italia non è più quella di una volta.... non riesco più a vivere in un Paese che riduce il suo popolo in povertà per arricchire solo le tasche dei politici e le banche!!!!!
Spero di trovare: Qualsiasi cosa mi permetta di vivere sereno con la mia famiglia!

Precisamente a: santo domingo
Perchè voglio scappare: mi presento sono una donna di 36 anni, nativa nella Repubblica Dominicana, sono sette anni lavoro che lavoro come cameriera in Italia, in questi anni con un duro lavoro e sacrifici sono riuscita a farmi una casa al mio paese, ora valuto di prendere la decisione con serietà di ritornare nel mio paese per intraprendere un’ attività in proprio, perché vedendo le condizioni dell' economia e le poche opportunità lavorative che sono ormai presenti ed evidenti sul territorio italiano, sono certa che vi sono più possibiltà con un po’ di capitale di iniziare una attività che possa avere un introito regolare per vivere decentemente nel mio paese. Vi sono le oppurtunità di sfruttare la mia casa che dispone di un locale di circa 100 mq. con possibiltà di ampliare, essa è ubicata a 15 km da Boca Chica, la mia idea costatando che ho esperienza in campo della ristorazione, sarebbe quella di arredare ed avviare una attività di ristorazione bar, con internet-point perché non c’è in zona e sarebbe ottimo dare questo servizio, abbinando questi tre fattori penso sia profiquo per i futuri incassi anche se non esosi ma sicuramente decenti per vivere, la località dove ho la casa non è prettamente un paese turistico, ma nel periodo dei mesi più pieni anche in questo paesino alcuni turisti vi sono e sicurante si ha possibilità di clientela, senza dimenticare che nel mio paese gli avviamenti delle attività vengono sempre reperiti molto bene e con un buon impegno di qualità si ingrandiscono, alternativa predo in considerazione altre attività conesse a quello che ho esperienza in altre città o paesi limitrofe, quello che voglio rimarcare che conoscendo molto bene il mio paese io posso dare sicurezza della mia conoscenza di come fare e comportarsi e naturalmente non sprecare il denaro per l’ inizio di qualsiasi attività, vi sono anche possibilità di apertura di negozi per la vendita di molti generi, da istallare in città ho paesi dove vi è il turismo però bisogna tener presente che il turismo dura solo 4 mesi, secondo il mio parere e meglio impostare una attività che coinvolga maggiormente i residenti. La mia ricerca è di persone serie, anche una coppia, che voglia intraprendere una attività seriamente, io dò la mia completa disponibiltà di esperienza della realtà del mio paese, la disponibiltà di sfruttare l’ immobile che è nel mio paese. Prego chi mi contatta di non pensare che sono a caccia di “Polli “ oppure per altri motivi che non scrivo per rispetto, sono una donna di 36 anni, cerco persone serie, astenersi persone che non prendono le cose seriamente ho pensano a me solo come donna. Mi scuso per la durezza ma le possibilità di fare un progetto per una attività ci sono, è d’ obbligo farle bene e con voglia.
Spero di trovare: Prego chi mi contatta di non pensare che sono a caccia di “Polli “ oppure per altri motivi che non scrivo per rispetto, sono una donna di 36 anni, cerco persone serie, astenersi persone che non prendono le cose seriamente ho pensano a me solo come donna. Mi scuso per la durezza ma le possibilità di fare un progetto per una attività ci sono, è d’ obbligo farle bene e con voglia. per contattare lasciare mail o skype. grazie.

Precisamente a: las terrenas
Perchè voglio scappare: Perchè sono stanco di avere fatto fare soldi agli altri per poi ritrovarmi con un pugno di mosche in manoe gratitudine zero.In Italia non si può più vivere, non trovi lavoro e quando lo trovi non ti pagano... Non puoi neanche pensare di costruire una famiglia. Non è vita questa.....
Spero di trovare: Pace, serenità è migliore qualità della vita. Non diventerò ricco ma almeno vivrò felice in un posto dove sono stato per vacanza ma che mi ha stregato.

Precisamente a: Las Terrenas (Samaná)
Perchè sono scappato: Allora la storia é lunga e complicata ma proveremo a fare un breve riassunto, siamo due ragazzi Andrea e Giuseppe che stufi dell'Ítalia hanno deciso di cambiare vita ai caraibi ma facciamo un passo indietro e vediamo i motivi che hanno spinto queste due persone a cambiare vita. Andrea Andrea é un ragazzo che ha sempre amato il lavoro, finiti gli studi ha cominciato a lavorare, in tutti i tipi di lavoro, dal camionista al pizzaiolo ma un bel giorno riesce ad entrare in Telecom, quindi per 8 lunghi anni ha fatto una vita da ufficio timbrando il cartellino tutti i santi giorni dal lunedí al venerdí, lo stipendio non era male ma vivendo a Roma la vita che faceva era veramente monotona, una vita caotica, passava almeno 3 ore al giorno nel traffico del raccordo anulare, insomma un inferno per lui. Giuseppe Giuseppe un ragazzo siciliano che anche lui ha affrontato molte difficoltá ed ha lavorato in vari settori ma principalmente ha fatto sempre il commerciante, beh la vita era sempre piatta ed i soldi sempre pochi. Ma dove si sono conosciuti Andrea e Giuseppe? Su internet, per skype e per pura concidenza, nel momento che Andrea decise di licensiarsi, si mise a lavorare su internet creandosi una rendita sul web e nello stesso tempo Giuseppe contattó ad Andrea perché anche lui stava cercando di fare qualcosa del genere, e nacque subito una amicizia tra di noi, dopo pochi mesi giá avevamo la nostra rendita mensile ed in un bel giorno ci siamo posti la seguente domanda: Ma noi possiamo lavorare in qualsiasi posto del mondo? Eh bene si, potevamo spostarci in una qualsiasi parte del mondo e continuare con il nostro lavoro e cosí abbiammo fatto! Le motivazioni piú forti di voler scappare dal nostro amato paese che é l'Italia sono sicuramente la vita frenetica e cara che oramai abbiamo in Italia e questa é una delle motivazioni principali che Andrea e Giuseppe condividono e non ritornerebbero mai indietro visto che sono riusciti a trovare il loro angolo di paradiso con spiagge splendide e palme altissime, dove la vita segue molto lentamente, dove i pensieri sembrino essere molto piú leggeri e dove le tasse sono quasi inesistenti, queste sono tutte le motivazioni principali che ci hanno fatto capire che l'italia non era piú adatta al nostro stile di vita. La scelta é caduta su un paesino della Repubblica Dominicana, girando su internet abbiamo trovato molti bei racconti del luogo e cosi siamo partiti per Las Terrenas, in provincia di Samaná in Repubblica Dominicana.
Cosa ho trovato: Bella domanda, cosa abbiamo trovato, sicuramente abbiamo trovato qualcosa che oramai in Italia non c'è più e cioè una vita a misura d'uomo. Secondo noi chi scappa dall'Italia per andare a vivere in un paese "povero" come la Repubblica Dominicana, non sta cercando il lusso, ma la semplicità. Noi siamo scappati perchè eravamo stufi del sistema Italia e notiamo che le cose peggiorano sempre di più, purtroppo. Eravamo stufi di trascorrere 3 ore al giorno in auto per andare al lavoro, di fare code chilometriche, eravamo stanchi del consumismo italiano (se non hai il telefono di ultima generazione sei una persona di seconda fascia) e anche dell'entrata in vigore di molte restrizioni che ci hanno dato fastidio. Per restrizioni intendiamo le molte Leggi volte a limitare la tua libertà di cittadino, con la tua auto non puoi entrare nei centri storici, i parcheggi sono tutti a pagamento, non si può fumare da nessuna parte, limiti di velocità ovunque e ciliegina sulla torta se bevi un bicchiere di vino per la Legge sei ubriaco, noi abbiamo detto basta e abbiamo scelto la libertà al regime. Abbiamo trovato qui a Las Terrenas nella penisola di Samanà il nostro porto ideale, siamo circondati dal mare e dalla motagna, abbiamo un clima meraviglioso tutto l'anno, un mare spettacolare e un popolo (quello dominicano) che ti fa apprezzare la vita da un altro punto di vista. Qui abbiamo trovato la libertà di vivere una vita libera senza troppi limiti, ovviamente parliamo sempre di cose lecite, senza delinquere. Da quando viviamo qui indossiamo tutti i giorni pantaloncino, maglietta e ciabatte e nessuno ti giudica per coma vai vestito. Siccome da persone che conosciamo abbiamo appreso che molta gente vuole scappare dall'Italia, da qualche mese abbiamo fatto un sito santodomingolive.org per aiutare queste persone ad intraprendere questa decisione. Infatti, nel sito le persone troveranno tanto materiale che le aiuterà a capire che cosa è la Repubblica Dominicana, con video interviste a italiani che vivono qui. Non solo, abbiamo la sezione per chi vuole farsi una vacanza, vuole trasferirsi o vuole investire, ovviamente in loco saremo noi i referenti per aiutare queste persone a integrarsi bene, noi daremo un aiuto pratico per le problematiche di base che si potrebbero presentare.

Precisamente a: Penisola di Samaná
Perchè sono scappato: In un Resort nella Penisola di Samaná in Repubblica Dominicana, ci sono dei negozi da dare in gestione. Per almeno sei mesi gratuitamente, in modo da avere il tempo di sviluppare l'attivitá. Una pizzeria e bar sul mare, tra la piscina e la spiaggia, un minimarket, una boutique, un centro massaggi e parrucchiere. Chi fosse interessato mi contatti solo per via email a: dominicanjob@yahoo.com Manderó foto e info. Grazie,
Cosa ho trovato: In un Resort nella Penisola di Samaná in Repubblica Dominicana, ci sono dei negozi da dare in gestione. Per almeno sei mesi gratuitamente, in modo da avere il tempo di sviluppare l'attivitá. Una pizzeria e bar sul mare, tra la piscina e la spiaggia, un minimarket, una boutique, un centro massaggi e parrucchiere. Chi fosse interessato mi contatti solo per via email a: dominicanjob@yahoo.com Manderó foto e info. Grazie,

Precisamente a: Penisola di Samaná
Perchè voglio scappare: In un Resort nella Penisola di Samaná in Repubblica Dominicana, ci sono dei negozi da dare in gestione. Per almeno sei mesi gratuitamente, in modo da avere il tempo di sviluppare l'attivitá. Una pizzeria e bar sul mare, tra la piscina e la spiaggia, un minimarket, una boutique, un centro massaggi e parrucchiere. Chi fosse interessato mi contatti solo per via email a: dominicanjob@yahoo.com Manderó foto e info. Grazie,
Spero di trovare: In un Resort nella Penisola di Samaná in Repubblica Dominicana, ci sono dei negozi da dare in gestione. Per almeno sei mesi gratuitamente, in modo da avere il tempo di sviluppare l'attivitá. Una pizzeria e bar sul mare, tra la piscina e la spiaggia, un minimarket, una boutique, un centro massaggi e parrucchiere. Chi fosse interessato mi contatti solo per via email a: dominicanjob@yahoo.com Manderó foto e info. Grazie,

Precisamente a: santo domingo
Perchè voglio scappare: salve a tutti...sono un ragazzo di 26 anni...ho un lavoro fisso e vivo decisamente scontento in questo paese!!!!ho sempre voluto andare via...ma le paure,il non avere magari la spinta di un amico..la famiglia,..la mancanza assoluta di appoggi concreti mi hanno sempre spinto a rinunciare e a tenere questo sogno chiuso in cassetto...scrivo questo post perche cerco qualcuno con le mie stesse idee...una persona seria e responsabile che avrebbe intenzione di lavorare e trasferirsi a santo domingo....e magari avesse anche qualche appoggio o conoscenza...per nn partire allo sbaraglio ed evitare di fallire un sogno cosi atteso!!!!!ho messo qualche soldo da parte...chi sarebbe interessato a programmare una dettagliata e precisa partenza è pregato di mandarmi un email:cristianfontana86@libero.it
Spero di trovare: vorrei trovare un lavoro che mi permetta di vivere bene e tranquillo...qualsiasi esso sia sono una persona che si adatta a tutto...e perche no...magari aprire anche una piccola attività!

Precisamente a: Samaná
Perchè sono scappato: Sono scappato perché non é piú possibile sostenere un tenore di viota decente da noi in Italia. Come voi tutti sapete, i politici non si preoccupano di noi cittadini, ma solo delle loro tasche, per cui, alla fine, non potendone piú di "regalare" soldi allo Stato, pagando ogni anno per una casa che "dovrebbe" essere mia, ma che di fatto non lo sará mai, tasse e tasse e sempre piú tasse. Quindi ho preferito venderla. E poi tutte le utenze che hanno raggiunto prezzi astronomici! Basta. Ora in Italia torno solo in vacanza e giá dopo pochi giorni che sono lí, non vedo l'ora di ritornare nel mio "paradiso". Per chi volesse scrivermi, la mia email é: yapi1000@yahoo.es
Cosa ho trovato: Ho una piccola pensioncina (frutto di un prepensionamento) ed essendo ancora "giovane" ho pensato bene di valutare alcuni posti caraibici per vedere dove fosse possibile acquistare una casetta e poter vivere al meglio. Dopo lunghi studi e visite, ho traovato il posto giusto. La Repubblica Dominicana. Gente allegra e clima meraviglioso. Ho conosciuto un ingegnere italiano, proprietario e costruttore di un favoloso Resort di circa 110.000 metri quadrati. Una persona davvero onesta e disponibile. Ho vissuto alcuni mesi qui nel Resort e poi ho acquistato una villetta carinissima, completamente arredata, con il suo porticato ed il suo giardino di 200 metri quadrati, avendo diritto ovviamente anche a tutti i servizi offerti dal Resort. L'ho pagata solo 48.000 dollari (circa 37.000 euro). Il Resort é sul mare, c'é una piscina di 250 mq., vigilanza 24 ore, e tanto altro. Finalmente conduco una vita rilassata e tranquilla.

Precisamente a: puerto plata
Perchè voglio scappare: mi sono allontanato circa 4 anni fa da quella che io non chiamo patria (italia)
Spero di trovare: ho letto molti post di scappo .di attivita in vendita etcc,anchio voglio vendere la mia attivita ma non perche non lavori anzi lavoro e guadagno quello che sarebbe un ottimo stipendio in italia vendo abb accessori hit schop insieme alla tienda (affitto 15 mila peso) vendo macchina scoter e tutti i mobili di casa, detto questo io sto in una zona molto turistica ( costa norte puerto plata)come buona uscita chiedo pochissimo per come e avviato il negozio se ci sono interessati possono farsi una vacanza e vedere coi propi occhi non tanto il gudagno per vivere ,sopratutto come io vivo con quello che guadagno bevo vino tutte le cene mangio filetto e aragoste e sopratutto serenita ...perche vendo?,scusate ma questi so ca...i miei ,solo persone serie e con dinero scrosciante

Precisamente a: Santo Domingo
Perchè voglio scappare: Titolare di una Impresa con esperienza pluriennale nel settore delle energie rinnovabili - attualmente in ottima e continua attività attiva in Italia, stanchi di lavorare tanto e solo per lo stato italiano,con conseguenti e frequenti cambiamenti e/o annullamenti dei Decreti emanati e, considerando gli utili ricavati, paradossalmente (con i buoni profitti aventi in Italia) si apre la possibilità di avere un Socio serio e motivato per lavorare con il Decreto sulle rinnovabili in vigore in RD. La Legge attuale in RD è stata già assimilate in tutti i suoi aspetti tecnici, legali e burocratici stando in ottimi rapporti con la Commissione Nazionale per l'energia. Attualmente abbiamo richieste da costruttori italiani residenti in RD interessati a collaborazioni di lavoro.
Spero di trovare: Socio (uomo o donna) disposto a trasferirsi per la creazione e pianificazione della nuova Società, atta alla decentrazione della Società attualmente in attivo in Italia. No perditempo - Grazie

Precisamente a: santo domingo
Perchè sono scappato: hola, me llama ana m. vivo en rep. dom. y busco un hombre de buenas costumbreentre las edades 45 y 50 años. tengo dos niñas las cuales las adoro. si te interesa llamame al 829-826-2537
Cosa ho trovato: no

Precisamente a: santo domingo capitale
Perchè voglio scappare: opportunita di lavoro...
Spero di trovare: ho aperto una pizzeria,ne vorrei aprirne un altra..sto cercando un pizzaiolo seriamente intenzionato con un minimo di capitale per poter aprire un punto pizza in un centro commerciale.chi e seriamente interessato e pregato di lasciare la sua email o telefono in questa rubrica grazie

Precisamente a: PUNTA CANA
Perchè voglio scappare: AVVENTURE E DISAVVENTURE DEGLI ITALIOTI. Non vi manchera' la TV italiana? Devo dire che il canone si paga anche in Svizzera, ma i ns programmi sono molto piu' divertenti se li prendi con umorismo.In Svizzera, gli italiani detenuti nelle patrie galere sono in numero al secondo posto,dopo gli svizzeri che notoriamente bevono come le Ford.Ma vorrei proporvi una vicenda che ha dell'immaginario, degli scappisti che hanno bisogno del SERVIZIO DIPLOMATICO DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Leggete per credere>> http://www.secondoprotocollo.org/?p=3104>> togliete le >>prima e dopo il link. In Germania i politici si vergognano ad andare in tv e dire che il paese e' lottizzato dalla N'DRANGHETA. Sarebbero subito additati come diretti responsabili, poi si scatenerebbe subito un sentimento anti-italiano, da evitare nell'europa unita. Ma perche' non fare come i CINESI IN ITALIA, i ristoranti sono vuoti, come sopravvivono? Sara' forse che sono delle coperture per il riciclaggio?
Spero di trovare: Ecco perche' il tuo ristorante e' fallito e quello di Peppino o Scarafone no, lui ha i contatti giusti....Vs amata Publeia. PS>>OTTIMO LINK PER ESPATRIATI.>>http://www.italiachiamaitalia.net/news/137/ARTICLE/27071/2011-07-13.html>> Da questo link vedrete che la politica estera di Frattini, ormai retrocesso, utilizza l'acqua sporca per innaffiare l'erba, NON SI BUTTA VIA NIENTE. I cervelli italianai vanno all'estero, ma per lui "Sono ambasciatori italiani nel mondo"

Precisamente a: Las terrenas
Perchè voglio scappare: Per poter vivere piu tranquillo,
Spero di trovare: se possibile un lavoro come cuoco (La mia Passione è la cucina semplice tradizionale italiana). oppure come operatore/montaggi video per turisti ed altri (lavoro che faccio attualmente) altre esperienze come imprenditore agricolo,muratore emanutentore meccanico.